Articoli

8

14

ago, 2019

Bilancio positivo per i Campi Gemellati Antincendio Boschivo 2019

By: | Tags: | Comments: 0

Per il sesto anno consecutivo, anche quest’estate i nostri volontari hanno risposto con entusiasmo alla chiamata del Dipartimento della Protezione Civile, che da anni stimola la collaborazione delle varie Regioni nella lotta agli incendi boschivi estivi.

Grazie alla sinergia con la Regione Emilia Romagna, infatti, sono state attivate delle squadre in azione sul territorio pugliese, prevalentemente nella regione garganica e meridionale.

In particolare, i nostri volontari Giorgio, Gianmario e Stefano hanno prestato servizio dal 20 al 27 luglio nel campo operativo AIB Puglia Sud a Campi Salentina, in provincia di Lecce, mentre Raffaele, Giuseppe e Giorgio sono stati impegnati nella prima settimana di agosto a Jacotenente, sul Gargano.

Con la loro presenza attiva e costante sul territorio hanno assicurato un servizio di pronto intervento per le emergenze connesse agli incendi. Come scritto, infatti, nel Programma Operativo di Azione Campagna AIB 2019,  “il Volontariato di Protezione Civile in Puglia riveste un ruolo fondamentale nel supporto allo svolgimento delle attività connesse alla lotta attiva agli incendi boschivi”.

A tracciare un bilancio di questi campi gemellati è Giorgio De Giuseppe, volontario veterano dell’APCVT, con funzioni di capo squadra nel campo AIB a Jacotenente. «Le attività nei campi gemellati hanno comportato un impegno quotidiano di 6 ore, articolare in turni di mattina (7-13) o di pomeriggio (13-19), con un turno di reperibilità notturno a settimana per squadra (20-24. La nostra giornata lavorativa cominciava con il controllo a tappeto dei percorsi prestabiliti, dai Laghi Alimini fino a San Pietro in Bevagna per il campo in Salento, mentre da Monte Sant’Angelo fino ai Laghi di Varano per le attività svolte sul Gargano.Il nostro compito era pattugliare le varie zone boschive, in modo da intervenire prontamente in caso di incendi, e comunicare costantemente con la Sala Operativa Interforze (Vigili del Fuoco, Carabinieri, Forestale) che aveva una visione d’insieme di tutta la zona e si interfacciava con le varie squadre in servizio sul territorio», ha spiegato Giorgio.

In particolare, due sono stati gli interventi che hanno richiesto uno sforzo maggiore da parte dei nostri volontari, sempre in sinergia con i Vigili del Fuoco e le altre forze impegnate nei campi: lo spegnimento di una vasta area incendiata a Porto Cesareo, dove un canneto vicino ad alcune abitazioni aveva preso fuoco in pieno giorno, forse a causa di un intervento doloso; l’estinzione di un incendio in un’area rurale a Peschici, che ha richiesto più interventi dei nostri volontari nel corso della stessa giornata.

«Rispetto agli altri anni gli interventi di contrasto e contenimento di incendi boschivi da noi effettuati sono stati in numero di gran lunga inferiore, grazie alle azioni di sensibilizzazione e prevenzione, che finalmente stanno dando i risultati sperati. Torniamo a casa, dunque, con un bilancio più che positivo di queste settimane di campi gemellati, grazie anche alla stretta collaborazione con le squadre di volontari giunti dalle altre Regioni, come l’Emilia Romagna e il Piemonte, con i propri mezzi e le proprie forze operative, per aiutarci in questa campagna antincendio 2019», ha concluso Giorgio.

Sul Gargano si è recato anche il presidente della Regione, Michele Emiliano, che ha speso parole di gratitudine nei confronti dei volontari impegnati nei campi e della Sala Operativa Interforze: «È un esperimento di grande generosità, perchè qui è fondamentale collaborare. Qui l’Io viene sostituito dal Noi e dà vita ad un risultato eccezionale».

You must be logged in to post a comment.